BIOGRAPHY

              INGRANDISCI per vedere l'artista                

FRANCA FRITTELLI   

VIVE E LAVORA IN TOSCANA. 

IL SUO ATELIER SI TROVA ALL’INTERNO DEL BELLISSIMO PARCO DI PIAZZA GARIBALDI A VADA, NEL COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO ( LIVORNO)  A TRECENTO METRI DAL MARE. 

AVVICINANDOSI  ALL’INGRESSO SI FANNO SUBITO NOTARE ALCUNE DELLE SUE OPERE IN MARMO  BIANCO DELLE APUANE.  

LA FRITTELLI HA RADICI ARTISTICHE  LONTANE INFATTI  LO ZIO VITTORIO MARCHI  (fratello della madre) RICERCATORE E SAGGISTA DELLA STORIA LIVORNESE RISORGIMENTALE ED EBRAICA ,IL FRATELLO DEL NONNO MATERNO RICCARDO MARCHI  NOTO NOVELLIERE  LIVORNESE, E’ L’ARCHITETTO-SCENOGRAFO VIRGILIO MARCHI(1895-1960) UNO DEI MAGGIORI SCENOGRAFI  ITALIANI DELL’ IMMEDIATO DOPOGUERRA, ESPONENTE DI SPICCO DEL FUTURISMO ITALIANO E FIRMATARIO DEL ‘’ MANIFESTO DELL’ARCHITETTURA FUTURISTA DINAMICA STATO D’ANIMO . DRAMMATICA ’’ . NEL 1920 FAMOSO SCENOGRAFO TEATRALE DI ANTON GIULIO BRAGAGLIA, TRENKER E BLASETTI E CINEMATOGRAFICO NEI FILM NEOREALISTI CON ROSSELLINI, VITTORIO DE SICA ED ALTRI.

FRANCA FRITTELLI  PROVIENE DALL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE IL SUO MAESTRO è STATO IL FAMOSO SCENOGRAFO PROF. FRANCO NONNIS.

 E’ DOCENTE DI DISEGNO E STORIA DELL’ARTE. DAL 1977 AL 1982  LAVORA LA TEATRO E CINEMA SPERIMENTALE. PARTECIPA ALLA COSTITUZIONE DEL GRUPPO D’AVANGUARDIA ‘’ TEATRO VITA ’’ CON IL QUALE LAVORA PRIMA COME ATTRICE, POI  COME AUTRICE DI PIECES TEATRALI. NEL 1977 INSIEME AL TEATRO VITA  METTE IN SCENA LO SPETTACOLO TEATRALE ‘’ DEVO AVER CAPITO MALE QUALCOSA IN QUESTA STORIA ’’ SUCCESSIVAMENTE NE VIENE FATTO DELLO STESSO UNA SPLENDIDA VERSIONE CINEMATOGRAFICA SPERIMENTALE CHE RICEVERA’ LA TARGA  FEDIC AL FESTIVAL NAZIONALE DI MONTECATINI.

NEL 1980 PARTECIPA A SEMINARI DI SPECIALIZZAZIONE NEL SETTORE DELLO SPETTACOLO.

NEL 1984 SCRIVE LA PIECE' TEATRALE ‘’ E’ MIO IL MONDO ‘’ AUTOBIOGRAFIA CHE CONTEMPORANEAMENTE ILLUSTRA CON 50 TAVOLE A TEMPERA E CON LE QUALI ALLESTISCE L’AUDIOVISIVO OMONIMO. SUCCESSIVAMENTE SI SPECIALIZZA IN TECNICHE DELLA RIPRESA TELEVISIVA E REALIZZA AUDIOVISIVI, ARTISTICI, DADATTICI, CULTURALI PER IL MONDO DELLA SCUOLA E DOCUMENTARI INDUSTRIALI.

DAL 1990 IL SUO INTERESSE SI CONCENTRA SULLA SCULTURA.

E’ ATTRATTA DAL MOVIMENTO DEL CORPO UMANO. STUDIA DANZA CLASSICA E CONTEMPORANEA ED INIZIA INFATTI UNA SUA PERSONALE INTERPRETAZIONE DELLA FIGURA UMANA TRAENDO FREQUENTI SPUNTI PROPRIO DAI GRANDI BALLERINI E DALLE FAMOSI DANZATRICI.

  E’ OSSERVANDO E COMPRENDENDO I MOVIMENTI PERFETTI DEL GRANDE COREOGRAFO MAURICE BEJART CHE CREA UNA SERIE DI GRANDI, PICCOLE E MEDIE SCULTURE SU ROMEO E GIULIETTA.

ALTRE FONTI DI ISPIRAZIONE SARANNO IN SEGUITO GRANDI FIGURE DELLA DANZA COME M- GRAHAM, A. ALEY, I. DUNCAN, M. CUNNINGHAM , FORSYTE. DAL 1993 PARTECIPA A SIMPOSI INTERNAZIONALI DI SCULTURA IN ITALIA E ALL’ESTERO ESEGUENDO SCULTURE MONUMENTALI OGGI COLLOCATE IN PIAZZE E PARCHI PUBBLICI E PRIVATI.

NON E’ FACILE COMPRENDERE IL PERCORSO ARTISTICO DELLA FRITTELLI, NELLE SUE OPERE VI SONO TENDENZE DIVERSE E RICHIAMI CULTURALI DIFFERENTI. ELLA VARIA DI VOLTA IN VOLTA, LA SUA RICERCA  E’ FATTA DI MOLTEPLICI PERIODI ESPRESSIVI, E’ INFATICABILE NELLA RICERCA, NELL’INVENZIONE DI NUOVE FORME.

L’ARMONIA E LA GIOIA, LA LEGGEREZZA E L’EQUILIBRIO SONO LE COSTANTI DELLA SUA PRODUZIONE ARTISTICA E I SOGGETTI AFFRONTATI METTONO IN RISALTO IL SU SUO SENTIMENTO LIRICO.

LE SUPERFICI DELLE SUE SCULTURE CI RICHIAMANO  ALL’ACQUA, ALLA ROCCIA, ALLA TERRA, ALLA VEGETAZIONE E SONO CARATTERIZZATE DA U N FORTE SENSO PLASTICO, LA LINEA CURVA SEMPRE PRESENTE ESALTA IL MOVIMENTO ED ACCENTUA LA ROTONDITA’ DELLE MASSE CHE SONO ALTERNATE DA ZONE DI SERENO E DA ZONE DI TEMPESTA, LA MATERIA VIENE TRATTATA COME SCOGLIO CORROSO DAL COSTANTE INFRANGERSI DELLE ACQUE, O METEORITE CONSUMATA  DAI VENTI SPAZIALI, O LAVA SCATURITA DAL VENTRE INFUOCATO DELLA TERRA ALTERNATA  A ZONE DI DOLCE E SINUOSO DECLIVIO.

L’IMPORTANZA GLOBALE DEL LAVORO ARTISTICO DI ‘’ QUESTA MAESTRA DELLA SCULTURA ‘’  E’ LA SUA CAPACITA’ DI RENDERE PROPRI TUTTI I MATERIALI TIPICI DELLA MODELLAZIONE: MARMO , PIETRA, CERAMICA , BRONZO, LEGNO, RESINA. QUESTA ARTISTA NON USA FORMULE RIPETITIVE PER IMPORRE LA SUA FISIONOMIA ARTISTICA MA FA LEVA SULLA SUA CREATIVITA’ CERCANDO DI ESSERE SEMPRE SE STESSA PER OGNI NUOVA OPERA.

Partecipa ad importanti Biennali di scultura  e partecipa a molti SIMPOSI Nazionali e Internazionali di Scultura su MARMO – PIETRA -  GRANITO – LEGNO  in EGITTO – GIAPPONE – NUOVA ZELANDA – SVIZZERA - GERMANIA – FRANCIA – BULGARIA – REPUBBLICA CEKA  - MACEDONIA  ARGENTINA - BURKINA FASO

Le sue opere monumentali sono sparse e collocate in svariate parti del mondo.

A lei va il merito di essere una delle poche scultrici donna a lavorare personalmente enormi massi di marmo e granito.

Oggi la Frittelli si può annoverare tra le più importanti scultrici d’Europa .

 

FRANCA FRITTELLI LIVES AND WORKS IN TUSCANY – ITALY  AT THE ATELIER     PIAZZA GARIBALDI 42   VADA      LI     SHE IS THE WRITER ,VITTORIO MARCHI  uncle RICCARDO MARCHI grandfather   AND DESIGNER  VIRGILIO MARCHI grandfather brother NIECE. THIS ONE WAS AN OUTSTANDIING  PERSONALITY OF THE SECOND WAVE OF FUTURISM, AND  ONE OF THE MOST OUSTANDING ITALIAN THEATRE SET  DESIGNERS. MARCHI MADE CONTACT WITH THE FUTURISTS AND IN 1920 – HE SIGNED THE MANIFESTO OF DYNAMIC, INSTINCTIVE, DRAMATIC FUTURIST ARCHITECTURE. HE WORKS  WITH BRAGAGLIA AND TRENKER AND THEN  AS A CINEMA SET DESIGNER WITH BALSETTI AND AFTER 1945 AS COFOUNDER OF THE WORLD FAMOUS NEOREALIST SCHOOL WITH ROBERTO ROSSELLINI, VITTORIO DE SICA AND OTHERS.

FRANCA FRITTELLI STUDIED AT ‘’ BELE ARTI ACCADEMY ‘’ IN FLORENCE – SET DESIGNER . FROM 1975 TO 1985  SHE WORKED  IN THE EXPERIMENTAL THEATRE AND SHE FOUNDED THE ‘’ ITALIAN LIVING THEATRE’’ AN AVANGUARD GROUP WHERE SHE WORKED A ACRTICE AND AS WOMAN WRITER. IN THE 1977 SHE RECEIVED  ‘’ FECID PRIZE ‘’  TOGETHER THE ITALIAN  LIVING THEATRE AND DURING THE NATIONAL FESTIVAL IN MONTECATINI WITH THE EXPERIMENTAL FILM ‘’ J MUST HAVE UNDERSTOOD NOTHING IN THIS  STORY. . FROM 1980 SHE TOOK PART IN SPECIALIZED THEATRAL SEMINARS. IN 1984SHE WROTE THE AUTHOBIOGRAPHIC PERFORMANCE ‘’ IT IS MY WORD ‘’ : A VIDEO WITH 50  COLOURED INLUSTRATIONS, SUBSEQUENTLY SHE SPECIALIZED IN TELEVISION FILMED TECHNIQUES AND SHE MADE CULTURAL TEACHING ARTISTIC VIDEOS FO SCHOOL WORLD AND INDUSTRIAL DOCUMENTARIES.

FROM 1990 SHE  INTERESTED IN ‘’ SCULPTURE ‘’ AND HER ATTRACTION IS THE MOVEMENT. FOR THIS SHE STUDIES AND SYNTHESIZES AND INTERPRETS THE ‘’FIGURE’’ INSPIRED BY THE CLASSIC AND CONTEMPORARY DANCE. SHE CREATES A SERIES OL SMALL. MIDDLE AND BIG SCULPTURES TITLED ‘’ ROMEO AND JULIET ‘’ OBSERVING AND UNDEERSTANDING THE PERFECT MAURICE BEJART’S MOVEMENTS. AS FOLLOWS OTHER SOURCES OF INSPIRATIONS WILL BE BIG FIGURES OF DANCE: M. GRAHAM. A. ALEY . DUNCAN. M. CUNNINGHAM. W. FORSYTE.

FROM 1993 SHE CREATES MANY MONUMENTAL SCULPTURES. GRANIT – MARBLE – WOOD –  FOR NEW ZEALAND – BULGARY – CEKA REPUBLIC – GERMANY – FRANCE – MACEDONIA –  AND IN ITALY THE BIG POTTERY LUNETTE- HIGH RELIEF . SAINT LEOPOLD FOR THE GREATEST PORTAL OF CHE CHURCH IN VADA – TUSCANY , THE BIG HIGH RELIEF ‘’ QUARRIES ANGELS ‘’ MARBLE – ALPI APUANE – FOR VTHE MUNICIPALITY OF MINUCCIANO (LUCCA ), THE BIG SCULPTURE OF POLYCROME POTTERY  FOR THE ANSELMI FAMILY – CIRCUS ARTISTS AND OTHER MONUMENTS.

 SHE PARTECIPATES IN INT. SCULPTURE SYMPOSIUMS AND BIENNAL IN ITALY AND ABROAD: EGITTO – GIAPPONE - IT ISNT EASY  TO UNDERSTAND HER ARTISTIC CURRICULUM . THERE ARE DIFERENT CULTURAL REMINDS AND TENDENCIES BUT SHE IS A VERSATILE FOLLOWING  HER ESPRESSIVE NEED, INFATICABLE IN HER SEARCH, INVENTION, AND CAREFUL IN AVODING ALL THAT IS MASKING  THE LIMITED INSIRATION AND THE LACK OF TALENT. THE ARMONY AND JOY  PREVAIL OVER THE ARTISTIC WORDS, AND DIFFERENT SUBJECTS ARE THE OCCASION TO EMPHASIZE HER  LYRIC FEELING. HER TEXTURE REMINDS THE WATER , THE ROCKS , THE GROUND. THE SCULPTURES ARE FULL OF PLASTIC MEANINGS OF ROUDNESS EMPHASING THE MOVEMENT AND ALTERNING PEACEFUL AND STORMY AREAS. SOMETIME THE MATTER IS ROCKY , METEORIC, LAVA, SOMETIME SWEET AND SNOUS SLOPE. CONCLUDIGN THE SCULPTRICE DOESN’T’  TAKE OUT FROM THE SUBJECT THE SUPPORT AND THE REPETITION OF A FORMULA TO IMPOSE HER ART: AT ALL COSTS TO BE GENUINE AND HERSELF. PROF. A. BADALONI  - ACQUAFORTISTA –SOME CRITIS WROTE ABOUT HER : THE PRESIDENT COUNCIL IN TUSCANY FLORENCE R. NENCINI  - NICOLA BADALONI – DINO CARLESI – TOMMASO PALOSCIA – DINO PASQUALI – ANTONELLA SERAFINI – VINCENZO SAVIO – CARLO MELLONI – SHE IS A PRESIDENT OF THE ASS.NE FOR FINE ARTS ‘’ THE TOWER ‘’